Milano Finanza - L’homewear di Bellora punta a crescere del 20%

12/11/2016

tratto da Milano Finanza (mffashion.com)

Giuseppe Bellora srl. La storica azienda italiana, fondata nel 1883 a Fagnano Olona (Varese) che dal 2014 fa capo al colosso indiano del tessile Himatsingka Seide, prevede di chiudere l’anno fiscale 2016/17, al 31 marzo 2017, con un fatturato di 14 milioni di euro con una crescita delle vendite globali pari al 20% (solo in Italia l’incremento è del 12% a pari perimetro) e con un ebitda che passa dal 12,8% dello scorso anno all’attuale previsto 13,5%. A guidare i risultati è una strategia che ha visto il management, negli ultimi due anni, lavorare su tagli di costi con l’obiettivo di focalizzare l’attenzione sull’heritage e la manifattura.

«Il primo semestre di quest’anno ha dato risultati positivi e contiamo su un secondo anche migliore», ha spiegato a MFF il direttore generale Andrea Lazzaroni, «in questi ultimi due anni abbiamo messo in atto tutte le strategie necessarie per riportare Bellora al ruolo che merita. Il risultato è un’azienda che oggi si distingue nel panorama di settore per il know how e il gusto internazionale». Non solo, lo sviluppo del marchio passa anche attraverso il potenziamento del retail. Dopo aver inaugurato, due mesi fa, uno store nel centro storico di Roma, la tessitura porta a nove le proprie insegne sbarcando nel circuito The Style Outlets in tandem con Neiver group Italia per un primo negozio nell’outlet di Vicolungo (Novara) e un secondo a Calstel Guelfo (Bologna).

«L’estero è lo step successivo che affronteremo sia con opening mirati e pensiamo a New York e Mosca sempre che ci siano le condizioni giuste, ma soprattutto con l’allargamento al mondo della nostra piattaforma e-commerce. Fino ad oggi la nostra e-boutique, bellora1883.com, si è rivolta solo al mercato italiano per una questione legata alle misure dei letti. Dal 2017, tenuto conto della continua richiesta e dei risultati che vedono l’e-commerce pesare per il 5% del fatturato, apriremo questa vetrina a tutto il mondo e contiamo di portare il business al 15% in due anni», ha continuato Lazzaroni. Ma le novità non riguardano solo l’organizzazione e coinvolgono in maniera importante anche il prodotto. «Ogni collezione Bellora è il risultato di un lavoro di ricerca sulle fibre naturali e sulle lavorazioni tessili, unito ad uno studio sui trend del mondo casa e delle tendenze colore. Con il lancio di una prima collezione di homewear puntiamo a trasmettere una nuova idea del tessile che può travalicare la distribuzione tradizionale ed entrare di diritto anche negli specialty store e nei negozi di design», ha poi concluso il manager.
articolo in formato pdf
Condividi su: facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner